PESO DEL NEONATO

22 Nov
peso neonato

Dopo la gioia della nascita e del primo incontro con il proprio bimbo, si va subito incontro a uno dei primi giganteschi dubbi delle mamme: “il mio bambino avrà mangiato abbastanza?”

Il peso e la crescita del neonato sono una delle tematiche più calde che tutte le neomamme affrontano nelle prime settimane di vita del bimbo e che spesso crea ansie immotivate o esagerate.

PESO ALLA NASCITA E CALO PONDERALE

Un bimbo nato a termine pesa mediamente 3.200 – 3.400 g e tende a perdere circa il 5-10% del suo peso nei primi due giorni dopo la nascita (il cosiddetto calo ponderale, che viene recuperato entro 15 giorni dal parto). Inoltre, il peso non è l’unico parametro da valutare per verificare la corretta crescita e la corretta alimentazione del neonato, ma si misurano anche altri parametri altrettanto significativi, come l’altezza e la circonferenza cranica. Il neonato non cresce solo in kg ma anche in cm 😊

In generale i neonati dovrebbero raddoppiare il peso alla nascita intorno ai 6 mesi di vita.

DOPPIA PESATA SI O NO

Come abbiamo detto, nei primi 15 giorni il neonato recupera il calo ponderale spontaneamente con l’allattamento. Per questo viene sconsigliata a tutte le neomamme la famosa doppia pesata, ovvero il pesare il neonato prima e dopo la poppata per vedere se e quanto mangia: questa doppia pesata (che a volte fanno le ostetriche in casi particolari) può creare ansie e nervosismo e anche false aspettative, perché il neonato spesso non cresce allo stesso modo dopo ogni poppata e quello che conta è la crescita complessiva settimanale o addirittura mensile e non la crescita dopo ogni singola poppata. Inoltre, è importante sapere che la crescita di un neonato non è mai costante ma va a onde: l’aumento di peso può subire accelerazioni e rallentare di molto, specie dopo il terzo/quarto mese di vita e fissarsi sul peso può indurre le mamme che allattano al seno a integrare con latte artificiale senza che ce ne sia la reale necessità.

PARAMETRI PER LA VALUTAZIONE CORRETTA DELLA CRESCITA DEL NEONATO

Per capire se il nostro bambino sta mangiando a sufficienza e cresce correttamente, non ci si deve quindi basare su un controllo giornaliero del peso (assolutamente sconsigliato dalle linee guida internazionali) ma su altri parametri molto più indicativi:

  • Un bambino alimentato adeguatamente e quindi ben idratato bagnerà almeno 5-6 pannolini di pipì nell’arco delle 24 ore
  • Il bambino si sveglia per chiedere di mangiare e effettua poppate vigorose
  • La pelle è idratata e ha un bel colorito roseo
  • Le feci sono morbide e cremose, non dure.

QUANDO PESARE IL NEONATO 

Le linee guida consigliano di pesare il neonato una volta al mese (se gli altri parametri non destano allerta) nel corso delle visite di routine dal pediatra, i cosiddetti bilanci di salute. Sarà il pediatra a verificare la corretta crescita del neonato utilizzando le tabelle dei percentili e dando una valutazione complessiva di peso, altezza e circonferenza cranica. Ma se la mamma si sente più tranquilla può anche pesare il bimbo a casa, secondo queste modalità consigliate dai pediatri:

  • Il neonato va pesato una volta alla settimana
  • Deve essere pesato sempre nelle stesse condizioni (nudo o con il pannolino, prima o dopo la poppata) e più o meno alla stessa ora
  • Occorre utilizzare una bilancia precisa, affidabile e facile da utilizzare, come la bilancia per neonati J BIMBI Slim
  • L’aumento settimanale corretto nei primi mesi di vita è di circa 125 grammi a settimana. Non allarmarsi se una settimana il bimbo cresce meno perché appunto il controllo ideale è quello mensile quando complessivamente dovrebbe aver raggiunto un aumento di circa 500 grammi.

Prima di allarmarsi e decidere in autonomia di procedere con un’integrazione di latte artificiale è sempre bene un consulto con il pediatra, che saprà rassicurare la mamma o consigliare un’effettiva integrazione ma solo se realmente necessaria.