BIBERON FUORI CASA, COME ORGANIZZARSI

03 Giu

Tutte le mamme che allattano al seno per i primi mesi sono più fortunate rispetto alle mamme che devono affidarsi al latte artificiale: una volta avviato l’allattamento infatti il latte materno è gratuito, pronto all’uso, sterile e alla giusta temperatura. Basta trovare un posto comodo in cui sedersi e offrire il seno al bambino, che potrà mangiare tranquillamente e senza preoccupazioni.

Il latte artificiale richiede invece qualche accortezza in più nella preparazione e soprattutto quando si è fuori casa può non essere semplicissimo organizzarsi per dare al bambino il suo biberon rispettando tutte le buone norme igieniche della preparazione del latte artificiale.

Ma con qualche consiglio non ci saranno più problemi e le mamme potranno uscire serenamente e dare il biberon fuori casa ai bimbi in tutta sicurezza.

Il latte artificiale può essere di due tipi, in polvere o liquido e la preparazione è diversa.

Latte artificiale liquido fuori casa

Il latte liquido, a differenza di quello in polvere, è sterile fino a quando non si apre la confezione. Questo potrebbe semplificare la vita quando si è fuori casa, però occorre trovare un modo per scaldarlo: difficilmente un bar rifiuterà di scaldare al microonde un biberon, ma bisogna comunque trovare un bar ed entrare a chiedere, quindi si è dipendenti da fattori esterni. Inoltre il latte aperto deve essere conservato in frigorifero, altrimenti va buttato. E sapendo i costi del latte liquido, sarebbe meglio evitare di sprecarlo. Il latte in polvere è probabilmente più pratico, basta un po’ di organizzazione. 

Latte artificiale in polvere fuori casa

Il latte in polvere non è sterile ed è quindi fondamentale rispettare alcune norme di preparazione per proteggere la salute dei nostri bimbi, anche fuori casa. La regola principale è una: la polvere deve essere preparata con acqua calda a 70 °C, in modo da sterilizzarla mantenendo però le proprietà nutritive del latte. Come fare fuori casa? Basta dotarsi di due strumenti:

  • Un thermos per l’acqua.
  • Un contenitore ermetico per il latte in polvere.

A casa facciamo bollire l’acqua e la mettiamo nel thermos. L’acqua rimarrà calda per qualche ora e tenderà a intiepidirsi, raggiungendo la temperatura corretta. Mettiamo la giusta dose di latte in polvere in un contenitore a parte. Quando si avvicina l’ora della pappa uniamo acqua calda e polvere nel biberon, agitiamo e lasciamo raffreddare alla giusta temperatura.

In questo modo si può dare il biberon fuori casa in sicurezza e tranquillità.

Consigliatissimi i dosatori per latte in polvere J BIMBI® Clic ‘n Go: permettono di trasportare 3 dosi di latte contemporaneamente grazie al sistema di chiusura a incastro del coperchio che sigilla perfettamente i 3 scomparti impedendo che gli alimenti predosati possano mescolarsi. In materiale plastico sicuro (senza Bisfenolo A, PVC e Ftalati), può essere lavato in lavastoviglie ed è comodo e maneggevole.